Archive for January, 2014

Anche il sistema visivo va a braccio

Wednesday, January 22nd, 2014

Gli amici del Sussidiario hanno gentilmente pubblicato un mio articolo dedicato a un’interessante scoperta di un gruppo di ricercatori di Rovereto. Trovate il mio articolo, che vorrebbe essere divulgativo, a questo indirizzo.. Chi fosse interessato a vedere l’abstract dell’articolo originale, lo trova a quest’altro indirizzo. La foto del braccio fiorentino, antica unità di misura citata nel mio articolo è questa

Immagine del braccio fiorentino in Via de Cerchi (dal sito scuola.com)

Immagine del braccio fiorentino in Via de Cerchi (dal sito scuola.com)

Come è bella l’ottica!

Friday, January 3rd, 2014

Lavorare nell’ottica è affascinante. Questo è uno dei risultati 2013 di un sondaggio (a cui ho partecipato anche io) che la SPIE pubblica ogni anno sugli stipendi delle persone che lavorano nel settore dell’ottica e della fotonica.
Trovate tutti i risultati a questo link, e potete anche sacricare il rapporto completo qui. Ma alcuni dati ve li segnalo:quasi il 40% dei lavoratori nei paesi ricchi dell’Asia lavora più di 50 ore la settimana. In Israele e Romania la percentuale di persone che lavorano più di 55 ore alla settimana è al 23%, da noi in Italia siamo al 7%. Ma non è detto che nel nostro tipo di lavoro più ore di lavoro vogliano dire più produttività quindi aspettiamo a scandalizzarci.
Una cosa bella è che ci piace il nostro lavoro: al 85% di noi che lavoriamo in questo settore piace il lavoro che facciamo. Percentuale che in Italia sale al 89%. Ancora più elevata la percentuale di quelli tra noi che rispettano il avoro svolto dai propri “pari”, cioè dai colleghi nelle varie parte del mondo, e di quelli convinti che il proprio lavoro abbia un senso. Il settore dove si viene pagati di più è l’aerospazio. In medio oriente gli uomini gaudagnano il 140% in più delle donne, mentre la zona in cui il divario tra uomo e donna è meno netto è l’Oceania.

L’Economist e il successo su Internet

Friday, January 3rd, 2014

L’Economist è considerato da tutti un settimanale affidabile, grazie a cui informarsi sulle principali notizie del mondo. Ma se andiamo a guardare le notizie più lette nel 2013 sulla versione online di questo magazine, possiamo imparare qualcosa di ovvio, ma interessante sugli argomenti che attirano più lettori nel web.
La lista si trova qui http://www.economist.com/content/our-top-stories-2013 ed è assai interessante. Al primo posto un articolo sul mercato della prostituzione: nel titolo contiene la parola “sex”. Al secondo posto un’interessante analisi sul welfare e le industrie dei paesi del Nord Europa: ma il grande successo di pubblico sarà dovuto all’interessante tematica o al fatto che nel titolo comparisse il termine “supermodel”? Interessante è invece il fatto come le storie scientifiche riscuotano grande interesse. Quindi anche sul mio blog, ho intenzione di unire i due grandi temi di successo sul web: vediamo come riuscirci.

blog_sot back_blog
occhiello_blog