Nuove scoperte sulla visione dei polli

Un recente articolo pubblicato su PLoS ONE e interamente disponibile in rete da parte di alcuni studiosi della Washington University School of Medicine di St. Louis ha mostrato nuove scoperte nella visione degli uccelli e in particolare dei polli. E’ da tempo noto che gli uccelli hanno una visione del colore superiore alla nostra poiché sono dotati di un maggior numero di coni. In particolare, mentre noi umani abbiamo tre tipi di coni per la visione del colore (denominati talvolta rosso, verde e blu perché sensibili soprattutto a queste lunghezze d’onda, anche se tale definizione non è molto precisa) i polli hanno 4 coni dedicato alla visione del colore, dato che ne hanno uno dedicato alle lunghezze d’onda molto corte del viola e dell’UV, e un particolare cono detto “doppio cono” che faciliterebbe la percezione del movimento. La scoperta più curiosa riguarda la distribuzione dei coni sulla retina del pollo. In pratica nessun cono avrebbe accanto un cono dello stesso tipo. In questo modo la distribuzione dei coni permetterebbe una migliore visione dei colori. Nell’occhio umano la distribuzione è molto diversa: basta vedere gli studi di Roorda e Williams per vedere che molti coni rossi o verdi sono raggruppati insieme. D’altronde pare che i polli decidano del fascino delle loro compagne dal colore delle piume, quindi la visione del colore diventa per loro decisiva…

L'immagine della retina umana ottenuta con ottiche adattive da Roorda e Williams mostra che i coni sono raggruppati
L'immagine della retina umana ottenuta con ottiche adattive da Roorda e Williams mostra che i coni sono raggruppati

4 thoughts on “Nuove scoperte sulla visione dei polli”

  1. Ciao ale ho una domanda sulla visione animale ma
    non c’entra coi polli, ma oggi a lavoro si discuteva di polipi.
    E mi diceva un mio collega che quando vedono qualcosa di bianco l’acchiappano subito, tanto che capita alle persone con la pelle molto chiara di venire “acchiappate” da qualche polipino. Ne sai qualcosa in merito ?

  2. @Daniele si può solo formulare qualche ipotesi a partire dai dati noti sulla visione dei polipi, che traggo da un testo di Bernd Budelmann. I polipi hanno una buona acuità visiva e una retina ben struttura. Sarebbero anche in grado di distinguere la polarizzazione. probabilmente però non sono in grado di vedere i colori. Ma proprio questa loro visione monocromatica li rende probabilmente molto interessati alla luminosità delle scene, facendogli cogliere molto bene gli oggetti bianchi
    @ Laura i gatti come quasi tutti i mammiferi a parte noi e le scimmie del vecchio mondo hanno due tipi di coni. Questo ci porta a pensare che i gatti vedano i colori, ma siano, rispetto a noi, in un certo senso “daltonici”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *