Archive for July, 2009

Un telescopio dentro l’occhio?

Wednesday, July 29th, 2009


Un interessante articolo del New York Times presenta un possibile sviluppo promettente per l’ipovisione. Si tratta di un mini telescopio che viene impiantato all’interno della cornea: è già stato sperimentato su alcuni pazienti e dovrebbe essere approvato a breve dall’FDA. Il mini telescopio dovrebbe essere utile per le persone affette da degenerazione maculare legata all’età, una delle principali cause di ipovisione, poiché crea un’immagine molto più grande, ad esempio di un viso che viene osservato. In questo modo l’immagine del viso viene ad occupare non solo la zona centrale della retina, che è spesso molto danneggiata nei pazienti, ma anche la zona periferica, che è ancora funzionante. Ovviamente l’occhio in cui viene impiantato il sistema ingrandente non può più essere utilizzato per vedere gli oggetti lontani, quindi il paziente deve utilizzare un occhio per le cose lontane e un occhio per le cose vicine: si tratta di una strategia che può richiedere un certo allenamento per funzionare.
L’ottica oftalmica utilizza da molto sistemi ingrandenti simili a piccoli telescopi montati su degli occhiali; la novità in questo caso è impiantare direttamente il telescopio sulla cornea. Questo approccio ha sicuramente qualche vantaggio, ma ha probabilmente anche qualche controindicazione. In primo luogo costringe i pazienti ad utilizzare sempre un solo occhio alla volta, dato che la differenza di ingrandimento tra i due occhi rende il loro utilizzo contemporaneo impossibile. Inoltre si tratta di un’operazione chirurgica, adatta a solo il 20% dei pazienti a causa delle varie conformazioni delle cornee; come tutte le operazioni è un qualcosa di diversamente irreversibile, a differenza di un occhiale con un sistema ingrandente, che può essere facilmente modificato, e può sempre portare a qualche complicazione. Al momento quindi non sembra che tale tecnologia potrà avere lo stesso impatto che le lenti intraoculari hanno avuto sulla cataratta; la carriera dei tradizionali sistemi oftalmici per la correzione dell’ipovisione è ancora molto lunga, ed è consigliabile a tutti gli esperti del settore di dedicarsi ad essi, dato che ci vorrà molto tempo prima che vengano soppiantati.

Recensione: il Matematico e il Detective

Monday, July 27th, 2009


Ho affrontato “Il Matematico e il Detective” di K.Devlin e G.Lorden (Longanesi, 2008) spinto dal fatto che il secondo autore sia un consulente matematico della serie televisiva “Numbers”, che seguo con passione. Mi incuriosiva vedere come la matematica venga applicata allo studio di vari casi criminali. Non sorprendetemente, data l’estrazione degli autori, molti capitoli sono dedicati a problemi di tipo statistico. Ad esempio il secondo capitolo mostra l’utilizzo del valore p (che spiego al corso di Optometria, qui si trova la dispensa) per capire che un’infermiera si era resa colpevole di una serie di omicidi durante il suo turno: la statistica mostrava che mentre lei era in servizio morivano molte più persone. Ma un aspetto interessante del volume è il rapporto tra statistica e giurisprudenza. Mentre la statistica può dirsi contenta di aver trovato una corrispondenza che ha solo una probabilità su un milione di essere casuale, la legge, che vuole certezza “sopra ogni ragionevole dubbio”, può accontentarsi? Si scopre così che alcune prove (come le impronte digitali o il DNA) protagoniste di molti telefilm non sono poi così certe, e devono sempre essere accompagnate dagli tradizionali strumenti di indagine. Le sole macchine, insomma, non arrestano nessuno. Alcune parti non sono chiarissime, ma il volume è nel complesso interessante 7/10.

Nuova vita per le lampade ad incandescenza?

Thursday, July 9th, 2009

Siamo soliti dire che le lampade ad incandescenza sono arrivate alla fine della corsa. Anche in Italia la loro vendita sarà proibita dal 1/1/2011. Ma questo articolo del New York Times sembra dire di no. Cominciano a essere in produzione lampade che riutilizzano il calore prodotto per generare nuovamente luce, riflettendosi sul filamento. Non è una tecnica innovativa (andai qualche anno fa alla Philips ad Achen per un progetto e ci stavano lavorando), ma ha avuto una spinta decisiva per via del blocco delle vendite. In questo caso sembra che la decisione dirigista dei governi abbia fatto bene alla ricerca, stimolando a trovare nuove soluzioni…..D’altronde una luce bella come le incandescenze è probabilmente ancora da trovare…

Lezione sui sensori fotografici

Thursday, July 2nd, 2009

Questo post è particolarmente dedicato agli studenti agli studenti di Ottica, corso per studenti lavoratori. Ho pubblicato la lezione dedicata a sensori fotografici e diaframma sul sito Internet “ufficiale”. la trovate li come lezione 9. Gli aggiornamenti sulle lezioni le trovate sia sul blog che su twitter (che trovate a lato nella pagina del blog o andando a http://twitter.com/alefarini)

blog_sot back_blog
occhiello_blog